Musica

Billie Joe Armstrong e Billie Eilish: l’iconico duo Billie al quadrato

In attesa della partenza del The Hella Mega Tour dei Green Day, che farà tappa a Firenze Rocks e al Milano Summer Festival per due concerti memorabili nel 2021, rileggiamo l’intervista doppia ai Billie più iconici, Billie Joe Armstrong e Billie Eilish.

Lo scorso anno, Billie Joe Armstrong e Billie Eilish sono stati protagonisti di un’intervista a coppia da cui sono emerse analogie fra il leader della band simbolo del punk mondiale e l’astro nascente del dark pop internazionale.

Sebbene appartengano a due generazioni differenti, i due fenomeni della musica non sono accomunati soltanto dal nome di battesimo. Ripercorriamo i passaggi salienti della conversazione tra i due Billie a cura di di Patrick Doyle, tratta dall’edizione speciale Musicians on Musicians della rivista musicale Rolling Stones.

Billie Eilish ascolta i Green Day da quando era piccola

Billie Joe Armstrong sembra stranito quando Billie Eilish gli confida che la sua canzone preferita dei Green Day è All By Myself. Infatti, il brano acustico di Dookie (1994), più simile a un B-Side, non è uno dei brani di maggiore successo del trio punk rock. Ebbene sì, la cantante di bury a friend sa anche che a interpretarla è il batterista Trè Cool.

Anche se Eilish è nata sette anni dopo la pubblicazione del terzo disco dei Green Day, si può intuire perché lo abbia particolarmente a cuore. Dookie affronta temi quali la noia, l’ansia e i dubbi in se stessi, gli stessi che Billie ha esplorato nelle loro più oscure declinazioni nell’album d’esordio When We Fall Asleep, Where Do We Go? A introdurla alla musica dei Green Day all’età di nove anni è stato suo fratello maggiore, il produttore musicale Finneas O’Connell. Quest’ultimo, che è un grande fan di Armstrong, tentava di uguagliare il suo idolo copiandolo in tutto, vestiario compreso.

Billie Joe Armstrong è un grande fan di Billie Eilish

Allo stesso modo, anche Billie Eilish è sorpresa di scoprire che il frontman dei Green Day, che era lo screensaver del suo cellulare, ascolta e ama la sua musica. A colpire il cantante di Basket Case è stata l’onestà che trapela sia nelle sonorità che nei testi sinceri e personali della superstar del weird pop. Ma qual è il pezzo preferito di Billie Joe Armstrong?

So che può sembrare strano, ma sono attratto dalla musica che suona come la libertà. Ed è ciò che mi comunica la tua. Una canzone come “wish you were gay” è figa e penso che salvi delle vite.

Armstrong apprezza, inoltre, l’abilità dei fratelli O’Connell di fondere diverse influenze musicali – dai Beatles e ai My Chemical Romance, da Frank Sinatra a Tyler The Creator – facendole proprie. Billie Joe definisce la nuova generazione di artisti, di cui Eilish fa parte, genre-fluid poiché contraddistinta dalla mescolanza tra stili e generi musicali differenti.

Billie&Billie vs le sfide dell’industria musicale

Genuini e fedeli a se stessi, i due Billie ammettono di non sopportare i consigli altrui e di aver passato momenti difficili durante e dopo le tournée, dalla solitudine all’importanza di preservare la propria salute mentale.

In particolare, Billie Eilish confessa di temere la sophomore album slump (letteralmente “il crollo del secondo album”), in altre parole la maledizione dell’industria musicale secondo cui la seconda opera discografica non sarebbe, in molti casi, all’altezza della precedente.

La preoccupazione della giovane cantautrice per il proprio futuro, tema centrale del suo nuovo singolo my future, emerge già nello scambio con Billie Joe Armstrong, avvenuto sul retro della Ford Falcon del ’63 di quest’ultimo a Los Angeles. Billie Eilish farà sicuramente tesoro degli aneddoti di vita e di carriera del suo eroe musicale.

Guarda ora il video tratto dall’intervista di Rolling Stones.