Musica

Korn: la band nu metal annunciata headliner di Milano Summer Festival 2022

Children of the Korn, Davis e soci sono Here To Stay! La band nu metal sarà headliner di Milano Summer Festival 2022. Rivendica il tuo posto all’Ippodromo SNAI San Siro: leggi come ottenere i biglietti ufficiali per il concerto dei Korn a Milano prima di tutti

Biglietti ufficiali

Alla notizia della neo annunciata data milanese dei Korn nel 2022 i Freak On A Leash si scatenano! La news ufficiale giunge a una settimana dall’annuncio del ritorno sui palchi di Jonathan Davis, James Munky Shaffer, Brian Head Welch, Reginald Fieldy Arvizu e Ray Luzier e a quattro anni di distanza dallo show sold out all’Alcatraz di Milano nel 2017. Let’s Get This Party Started per l’unico scoppiettante concerto italiano dei Korn in quella che si preannuncia l’estate più rovente della decade:

Korn 7 giugno 2022 Ippodromo SNAI San Siro Milano

Korn 2022

Ippodromo SNAI San Siro, Milano

7 giugno 2022

Biglietti ufficiali

Korn: nu metal or what?

Al John Bryan’s Bar, Munky Shaffer, Brian Head Welch, Reginald Fieldy Snuts Arvizu e David Silveria dei LAPD (Laughing As People Die) convincevano tra un drink e l’altro Jonathan Davis, ex SexArt, a essere la loro nuova voce. Era il 1994 e si gettavano le sorti della formazione che avrebbe inaugurato il movimento new metal. Suscitando scalpore con l’album di debutto omonimo, i Korn hanno preso il mondo della musica per le cornamuse. 28 anni e 13 album dopo, il gruppo capitanato da Davis si è evoluto da un disco all’altro, superando il genere nu metal entro il quale è stato classificato sin dal suo esordio. A dissociarsi da questo termine, oggi divenuto una sorta di super genere che racchiude tutti i gruppi heavy metal con contaminazioni hip-hop, funk e industrial, è stato il frontman della band di Falling Away From Me:

Nu-metal è un termine per tutte quelle band che sono venute dopo di noi. Abbiamo iniziato qualcosa di diverso e tutte queste band ci hanno copiato: questo è diventato ciò a cui “nu-metal” fa riferimento. È solo un segno nel tempo, e quel periodo era la fine degli anni ’90. Non siamo la stessa band di 25 anni fa. Siamo più una band hard-rock con influenze funk.

Il nuovo album The Nothing

Uscito il 13 settembre 2019, il tredicesimo album in studio dei padrini del movimento new metal fa scuotere i capelli, ma anche venire i brividi. Il titolo del nuovo disco dei Korn è, di per sé, già emblematico: il nulla non è altro che il profondo vuoto impossibile da colmare, l’infinito incubo impossibile da fuggire. I’m tainted with suffering / I can’t get thru it grida in Cold Jonathan Davis che nel 2018, a due mesi dalla morte della madre, ha visto spegnersi anche la moglie all’età di 39 anni:

Il nuovo disco riguarda davvero il processo del lutto. Ci sono canzoni tristi. Ci sono canzoni arrabbiate. C’è tutto quello che stavo vivendo. Le emozioni che provavo, le cose che sentivo stavano cercando di impedirci di fare il disco. È stato veramente l’anno peggiore della mia vita. In pratica, stavo cercando di risolverlo mentre lavoravamo all’album. Non c’era nessun piano. Nessun progetto. È stato davvero così onesto. Un uomo, totalmente sconvolto, che cercava di dare un senso a qualcosa di terribile.

The Nothing è la narrazione cronologica della convivenza forzata con il dolore lacerante provocato dalla perdita dei propri punti cardinali. L’inizio del nuovo album del gruppo metal americano comincia con la fine, The End Begins. Nell’opening track, mentre il suono delle cornamuse dà l’ultimo addio, l’interrogativo senza risposta Why did you leave si rompe in un pianto liberatorio, un singhiozzo incontrollabile che il frontman dei Korn non riesce tutt’ora a trattenere ascoltando The Nothing:

Non riesco ad ascoltarlo. Ogni volta che lo faccio inizio a piangere dannazione. Voglio dire, è difficile per me cantare queste canzoni. È fottutamente difficile. Ma lo faccio perché ci sono persone là fuori che possono rispecchiarsi in questi brani.

Ogni disco dei Korn è terapeutico per il cantante della band di Bakersfield, California, che in The Nothing torna a raccontarsi in maniera così personale come nell’album di debutto Korn (1994), in cui scavava nell’oscurità dell’abuso subito durante l’infanzia e dell’uso di droga che ne è conseguito. Ferite aperte che non si può pensare di curare con una garza. La musica dei Korn può, però, aiutare a elaborare e tirare fuori la sofferenza soffocante grazie ai grandiosi cori e armonie liberatori ispirati ai Electric Light Orchestra, Queen e Def Leppard.

La tracklist ufficiale del nuovo album The Nothing

  1. The End Begins
  2. Cold
  3. You’ll Never Find Me
  4. The Darkness Is Revealing
  5. Idiosyncrasy
  6. The Seduction of Indulgence
  7. Finally Free
  8. Can You Hear Me
  9. The Ringmaster
  10. Gravity of Discomfort
  11. H@rd3r
  12. This Loss
  13. Surrender to Failure

Guarda ora il video ufficiale di Finally Free

Korn – Finally Free (Official Video)

Come ottenere biglietti ufficiali per il concerto dei Korn a Milano prima di tutti

Registrati ora su livenation.it per accedere gratuitamente dalle 11 di mercoledì 26 maggio 2021 per sole 24 ore alla PRESALE My Live Nation e ottenere i posti migliori per il concerto dei Korn a Milano prima di tutti.

I biglietti ufficiali per l’evento dei Korn a Milano nel 2022 andranno in vendita alle 12 di giovedì 27 maggio 2021 su Ticketmaster.it

Non essere Thoughtless: segui i nostri consigli Master per non farti trovare impreparato il giorno della vendita dei biglietti ufficiali dei Korn:

  1. Crea subito un account su Ticketmaster.it o aggiorna i campi obbligatori del tuo account.
  2. Scegli come modalità di consegna l’eTicket, in modo da poter ricevere subito i tuoi biglietti ufficiali e stamparli gratuitamente senza nessun costo aggiuntivo.
  3. Paga con la tua carta Postepay per ottenere uno sconto in cashback del 2% sul totale pagato!

It’s On! Acquista ora i biglietti ufficiali per il concerto dei Korn a Milano!